Posted by admin on

COMUNICAZIONE AI SOCI “FASE 2 bis” DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

COMUNICAZIONE AI SOCI “FASE 2 bis” DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

Aggiornamento 26 Maggio 2020

Cari soci,

il Consiglio direttivo dell’Associazione si è riunito in videochiamata ieri sera, 25 maggio, per analizzare le prescrizioni e le raccomandazioni generali attualmente disponibili con riferimento allo svolgimento di attività in presenza di didattica individuale e di prove d’insieme. Oltre ai componenti del direttivo, alla riunione ha partecipato anche il direttore del Concerto di fiati M. Daniele Berdini.

  • Attività didattica, anno scolastico in corso

Per quanto riguarda l’attività didattica nella fase finale di questo anno scolastico 2019-2020, avendo analizzato nel dettaglio le complesse misure di prevenzione da adottare secondo le più recenti raccomandazioni degli organi associativi di categoria, il Consiglio direttivo – con molto dispiacere – ha constatato l’impossibilità di riattivare lezioni individuali. Infatti, le misure precauzionali (controllo del rispetto delle distanze, separazione e contingentamento degli accessi, pulizia rafforzata e sanificazione degli ambienti e degli strumenti musicali, fornitura di dispositivi di protezione specifici e barriere di separazione per la pratica musicale, predisposizione di distributori di gel disinfettanti, registro dettagliato degli accessi, etc…) da porre in essere per poter riattivare in sicurezza le attività in presenza non risultano realizzabili nel lasso di tempo che ci separa dal termine dell’ultimo ciclo di lezioni dell’anno scolastico 2019-2020. Le lezioni proseguiranno in modalità online per gli allievi che hanno aderito fino al completamento del ciclo in corso.

  • Attività didattica, prossimo anno scolastico (2020 – 2021)

Invece, in prospettiva futura, pur con l’incertezza sull’evoluzione della pandemia, il Consiglio direttivo si è attivato con l’obiettivo di fare tutto il possibile per attrezzare ed organizzare i locali per la ripresa dell’attività didattica in presenza, con le opportune misure precauzionali e con le necessarie restrizioni, a partire dal prossimo mese di ottobre 2020. A questo proposito, sarà cura del consiglio direttivo fornire nuove indicazioni ai soci, agli allievi e agli insegnanti nel corso dei prossimi mesi, anche perché saranno necessarie la collaborazione, la prudenza e la presa di coscienza da parte di tutti per garantire il rispetto delle misure di sicurezza che saranno disposte in caso di ripresa di attività didattica in presenza.

  • Musica d’insieme (prove dei complessi bandistici)

Anche per quanto riguarda l’attività musicale d’insieme, il Consiglio direttivo ha constatato l’impossibilità di riprendere le prove in presenza in questa fase per le stesse ragioni che rendono attualmente non praticabile la ripresa delle nostre attività didattiche. In prospettiva futura, ipotizzando che le stesse restrizioni e precauzioni attuali possano avere ragione d’essere anche nei prossimi mesi e per un periodo indefinito, il Consiglio direttivo intende studiare la possibilità di riprendere l’attività dei complessi bandistici in autunno tramite un programma di lavoro in piccoli gruppi. Al fine di discutere e di concordare le modalità con i componenti dell’organico, il Presidente convocherà una riunione dei soci musicanti il 30 Giugno, tramite piattaforme digitali di videoconferenza, per condividere le idee e concordare una bozza tentativa di programmazione per la ripresa autunnale. Sarà cura del consiglio direttivo fornire ai Soci musicanti gli aggiornamenti realtivi a questa tematica.

  • Riepilogo della situazione delle attività sociali (aggiornato 26 maggio 2020)

Fino a che non ci saranno nuove comunicazioni da parte dell’Associazione, tutta l’attività sociale prosegue attualmente secondo lo stesso schema in essere da circa due mesi, e cioè: – tutte le attività dei nostri organici bandistici sono attualmente sospese; – tutte le attività didattiche della Scuola di musica sono consentite solo in modalità “a distanza”; – tutte le attività di amministrazione e degli organi associativi sono consentite solo in modalità “a distanza”; – l’accesso alla sede è consentito solo a chi è autorizzato dal Consiglio direttivo dell’Associazione per lo svolgimento di lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria dei locali nel rispetto di tutte le ordinanze in vigore. Sarà nostra cura nelle prossime settimane fornire nuovi aggiornamenti.

Il Consiglio direttivo